a;
il Vergante
CHI SIAMO VERGANTE PEIV COMUNI SCUOLE PARROCCHIE ASSOCIAZIONI PARTNER CONTATTI SOSTIENICI  
Skip Navigation Links
CRONACA
Skip Navigation Links
CHIESA
Skip Navigation Links
ASSOCIAZIONI
Skip Navigation Links
SCUOLA
Skip Navigation Links
SPORT
Skip Navigation Links
SPECIALI
CALENDARIO FOTO VIDEO DOWNLOAD
IL VERGANTE > CRONACA >


ottobre
8
2010
Lesa: dibattito in Consiglio Comunale sulla centrale nella Valle dell'Erno
dalla Redazione

Ben quindici i punti all’ordine del giorno dell’ultimo Consiglio Comunale tenutosi a Lesa martedì 28 settembre. A conclusione di una serata piuttosto distesa, il clima si è notevolmente surriscaldato in occasione dell’interpellanza presentata da Lesa nel cuore riguardo la costruzione della centrale nella Valle dell’Erno.

Il sindaco Grignoli ha risposto ad essa con una lunga relazione che ha messo in risalto prima di tutto come la realizzazione dell’opera permetterebbe l’allargamento e la ripavimentazione per 600 metri della strada di accesso, il rifacimento di muri a secco, la sistemazione di prati, la pulizia dell’area... insomma “Non condivido appieno le opinioni di certe associazioni comparse sulla stampa locale e suggerisco di fare attenzione alle parole” ha affermato Grignoli riguardo l’accusa di permettere uno “scempio ambientale”. “Tuttavia abbiamo fatto fare varie valutazioni e analisi della situazione – ha aggiunto il sindaco – riguardo le nostre perplessità ad esempio sulla perdita di capacità del torrente: sono testimone del fatto che il prospetto è stato valutato tantissimo e a fondo dai vari enti coinvolti. Sarebbe utile confrontare tali documenti che non credo abbiate mai visto”. “Il vero scempio della Valle dell’Erno – ha concluso infine Grignoli - è non poterne goderne appieno, vista la carente accessibilità anche per chi vi abita”.

Il capogruppo di minoranza Gianni Lucini ha quindi duramente fornito dati riguardo la ditta Gator srl di Bologna, “giusto per capire chi abbiamo di fronte”, cui verrebbero concessi i diritti per la realizzazione della centrale. “La Gator è una Società a Responsabilità Limitata con un unico socio, il suo amministratore delegato si chiama Luca Torricelli e il suo capitale sociale è di 20.000 euro” ha esordito Lucini. “Il socio unico della Gator è la Belgiro, una società a responsabilità limitata sempre con un unico socio. Il suo amministratore delegato si chiama Ercole Torricelli ed entrambe le società hanno sede presso lo stesso, identico indirizzo. La Gator srl ha avuto, nelle nostre zone, la concessione per la realizzazione di tre centrali: “Erno-Lesa”, “Le Valli” e “S. Giovanni primo salto”. L’unica centrale per la quale sono iniziati i lavori sembra sia però la seconda, la cui costruzione avrebbe dovuto terminare entro la fine del 2005, e che invece ancora nel 2009 risultava non in funzione. Nel 2006 Gator tenta di vendere se stessa e l’intero pacchetto delle tre centrali alla società AET Idronord srl di Omegna, operazione non riuscita anche perché nel frattempo in Svizzera un’inchiesta mette sotto accusa l’amministratore delegato della AET (Azienda Elettrica Ticinese), azionista della AET Idronord. In una memoria da lui stilata a difesa del proprio operato, sembra emergere che il valore effettivo della produzione di energia elettrica della centrale Erno-Lesa sia inferiore a quanto dichiarato inizialmente negli atti.” Lucini ha quindi affermato: “Per me l’opera è inutile e dannosa. Avrei accettato anch’io di farla se avessi 20.000 Euro di capitale sociale!”.



LASCIA UN COMMENTO








 
VIDEO
ARTICOLI CORRELATI
23/07/2013 - CHIESA - CARITAS
23/06/2013 - SPORT
28/05/2013 - CRONACA - GIGNESE
28/05/2013 - SCUOLA - ISTITUTO COMPRENSIVO
21/05/2013 - CHIESA
Copyright 2011 © ilvergante.it. Tutti i diritti sono riservati. Associazione Il Vergante, Via dello Sport, 8 - Massino Visconti (No) - CF 90013580031 -associazione@ilvergante.it Note Legali-Privacy-Credits